mercoledì 6 novembre 2013

Ragù di lenticchie, Salutiamoci di Novembre 13

©ricetteveg.com
Mi pareva giusto, dato il suo indiscutibile e provvidenziale contributo nelle Lasagne alle Ortiche, onorare Mister Ragù con un post dedicato, soprattutto in occasione di Salutiamoci di novembre, dedicato proprio alle lenticchie: perché quando ce vò, ce vò!
Il ragù, in fondo, è uno dei vessilli della nostra tradizione: quale famiglia italiana, infatti, non ha una ricetta segreta, un trucchetto della nonna oppure un ingrediente nascosto con cui ottenere il miglior ragù del mondo? Scommetto che ognuno di noi potrebbe elencare, per almeno dieci minuti di fila, tutte le vicissitudini familiari legate a questo must italiano. Eduardo de Filippo, da napoletano tutto d'un pezzo, nella poesia ‘O rraù e nella commedia "Sabato, Domenica e Lunedì" immortala il ragù come il pilastro portante del pranzo domenicale, a Napoli - specialmente - fuor di dubbio!
Così, gira che ti rigira la zuppa col mestolo, ho pensato fosse d'obbligo tentar l'esperimento: crare un ragù in grado di sublimare il pomodoro "ad uno dei suoi più alti livelli di degustazione" e capace di competere - senza paura di sfigurare - col cugino, ahimè, meno gentile. 

Ingredienti
200 gr di lenticchie rosse decorticate spezzate
200 gr di seitan (in questo caso casalingo)
250 ml di brodo vegetale
250 ml di passata di pomodoro (in questo caso casalinga)
40 gr di olio evo (per approssimazione sono circa 40 ml)
2 cipolle
2 carote
2 coste di sedano
1 spicchio di aglio
1 foglia di alloro 
1 rametto di rosmarino
1 cucchiaio di concentrato triplo di pomodoro
1 cucchiaio di di latte di soia o riso al naturale (in questo caso casalingo)
vino rosso q.b.
sale e pepe q.b.
olio evo q.b.

Anzitutto preparare - in un tegame alto col fondo spesso - un trito di cipolla, aglio, carote e sedano, da far imbiondire in un giro generoso di olio evo. Con l'aiuto di un mixer ridurre il seitan in una texture molto fine, quindi unirlo al trito imbiondito, insieme alla foglia di alloro ed al rametto ri rosmarino, e lasciarlo rosolare velocemente. Sfumare con un goccio di vino rosso. A questo punto aggiungere il concentrato di pomodoro e le lenticchie rosse spezzate, continuando la rosolatura a fiamma vivace. Unire ora la passata di pomodoro ed il brodo, avendo cura di aggiustare di sale e pepe, e lasciando cuocere per circa mezz'ora a fiamma molto dolce: il ragù deve pippiare, come si dice a Napoli! A cottura quasi ultimata aggiungere il cucchiaio di latte vegetale al naturale.

Ed ecco qui Mister Ragù e la morte sua... tagliatelle di mais senza uova, buon appetito!
 
©ricetteveg.com
 
 
  
 
Con questo ragù partecipo a Salutiamoci di novembre, dedicato alle meravigliose lenticchie ed ospitato dalla mitica : QUI tutte le info per partecipare con le vostre golosità!

17 commenti:

  1. Il ragù è sempre buono, slurp! :)
    Anche io lo faccio con le lenticchie, anche se un po' diverso... mamma che fame... ed è stato il piatto con cui ho convinto mio marito che la sua transizione verso una quota vegetariana prevalente (cioè quando mangia a casa) era possibile senza smenarci per niente, anzi... ;)

    (bello "la golosità aumenta ad ogni commento" :) ma l'hai cambiato o non l'avevo mai notato io?)

    baci!

    RispondiElimina
  2. Ciao Cì!!! Il ragù di lenticchie secondo me può far capitolare anche il più integerrimo degli onnivori eheh è un buon argomento di persuasione!!!

    La golosità dei commenti l'ho aggiornata un annetto fa credo :D baci :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi ho capito: via mobile (e ieri NON ho poi potuto commentarti, non mi inviava il messaggio!!!) compare un po' sotto, io in genere leggo così per questo non ci avevo fatto caso...

      é uno stupendo strumento di persuasione specie quando lo fai per le lasagne ;) ...slurpissimo!

      Elimina
  3. Il tuo ragù è una favola!!!!

    RispondiElimina
  4. Grazie Arianna! In effetti F. mi chiede: oh ma non è che ci hai messo la salsiccia?" ahahah sì, la salsiccia proprio :D

    RispondiElimina
  5. Nicole, credi che venga buono anche senza seitan?
    perchè a un aspetto favoloso a dir poco!
    Grazie un abbraccio
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Saretta, devo dirti il vero: per me questo è perfetto per la consistenza che danno lenticchie rotte e seitan frullato. Ho provato il ragù in mille modi e non mi hai soddisfatta per gusto e texture come questo. Ho provato anche col tofu passato grossolanamente al mixer (perché frullato si scioglie praticamente) ed il risultato è buono ma non raggiunge questa consistenza! però potresti provarci e fammi sapere se trovi un abbinamento migliore! Così mi tolgo il poco glutine che c'è in questo ragù:)

      Elimina
  6. mmm mai provato a mettere insieme ragù e seitan....mi ispira tantissimo ...è sempre così appagante un buon ragù veg :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo a Saretta, la consistenza che danno lenticchie rotte e seitan frullato è davvero unica, un po' impressionante in effetti :) Son felice che ti ispiri: provalo!!! :*

      Elimina
  7. Devo rifarmi, non ho mai preparato il ragù di lenticchie pur essendo un amante di questo legume. Correrò presto a prepararlo, non appena mi si presenta l'occasione, intanto segno la ricetta meravigliosa ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amica sìsì lo devi fare e poi mi devi dire che ne pensi! baci! :*

      Elimina
  8. Ragù per tutti! La nonna di Flavia è talmente avanti che lo ha sempre fatto di soia, e ultimamente è passata al seitan :-)! Aspettiamo solo di proporle la versione con le lenticchie... sarà entusiasta! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yuhuh la voglio anche io una nonna così! Anzi, facciamo così: voi due figlioli mi invitate dalla nonna eheh :D

      Elimina
  9. anche io sono alla ricerca di un buon ragu' vegan, anche perche' quello onnivoro nn mi e' mai piaciuto!! credo che il mix lenticchie rosse e seitan diano la giusta consistenza, ancora per me inarrivata!!! invece la tua pancia a che punto e'?

    RispondiElimina
  10. Bellissima idea! Lo provo appena posso. Devo rimediare il seitan, però, non l'ho mai usato.

    RispondiElimina

La golosità aumenta ad ogni commento! :)