domenica 7 ottobre 2012

Funghi stufi...

                                                                                                         ©ricetteveg.com

...ovvero uno Stufato di Pleurotus Ostreatus.
Figlia di fungaioli intrepidi, i funghi - con moderazione - mi piacciono tutti: dai pregiati Ovoli, agli imperatori Porcini, passando per Piopparelli, Gallinacci, Steccherini, Finferli, Prataioli, Larcini e così via, sino ad arrivare agli Orecchioni, i  Pleurotus appunto. Questi funghi, forse poco pregiati e troppo comuni per gli amanti dell'imperatore, sono - invece - perfetti in cucina grazie alla loro particolare consistenza compatta ed al loro profumo dolce ed aromatico. Ecco, quindi, una ricetta molto facile per uno stufato che nulla ha da invidiare ai più comuni stufati della nostra tradizione, per niente cruelty-free.

Ingredienti
500 grammi di funghi Pleurotus freschi e ben puliti
200 grammi di pisellini surgelati (perfetti quelli raccolti a luglio e congelati in casa)
8 pomodori (qui in Liguria ce n'è ancora nell'orto, altrimenti fosse basterà un po' di passata)
4 patate
1 spruzzata di vino rosso
1 carota
1 costa di sedano
1 spicchio di aglio
1 cipolla
1 peperoncino
brodo vegetale q.b.
olio evo q.b.
sale e pepe

In una casseruola far imbiondire un trito di aglio, sedano, peperoncino, carota e cipolla. Quando il fondo avrà preso colore aggiungervi le patate, fatte a tocchetti, ed i piselli, quindi saltare tutto a fiamma vivace. Una volta che anche patate e piselli avranno preso colore, sfumare con una spruzzata di vino rosso, lasciando evaporare l'alcol. (Solitamente non sfumo i Pleurotus perché, data la loro consistenza carnosa, tendono ad assorbire molto ed in fretta). A questo punto aggiungere alla casseruola anche i funghi tagliati a pezzettoni e lasciarli imbiondire con il resto del condimento. Unire ora i pomodori, schiacciandoli direttamente in pentola con le mani, e qualche mestolo di brodo per ammorbidire, aggiustare poi di sale e pepe, e portare a lieve bollore. Cuocere per una mezz'ora, avendo cura di aggiungere brodo quando sia necessario.
Servire con un filo di evo a crudo e, magari, una bella polentina fumante!

11 commenti:

  1. Che guduria!!! Io adoro i funghi e questo stufato è veramente delizioso!!! ^_^

    RispondiElimina
  2. Ottimo spunto per usare questi funghi spesso dimenticati. Chissà perchè in molte zone d'Italia tutto ciò che non è porcino o galletto tende a essere snobbato... E' veramente un peccato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero! I miei, per esempio, hanno innalzato ad imperatore galattico di tutti gli universi il Porcino... con questo stufato però si devono ricredere eheh! :D

      Elimina
  3. Io vivrei di funghi, davvero. Con i pleuroti però a volte sto male, devo farli cuocere a lungo. Potrebbe essere la ricetta giusta! Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhg, in realtà i funghi non sono un cibo molto salutare. bisogna partire dal presupposto che non siano proprio adatti a noi, nonostante io ne sia ghiotta eh! Forse la tua sensibilità è superiore, io raramente mi sento male per qualcosa che mangio (digerisco la ghiaia ahah), però quando mangio i funghi, anche sbafandoli di golosità, mi rendo conto che non sono il cibo giusto... una volta ogni tanto però me ne sbatto e me li pappo di gran gusto :D

      Elimina
    2. Non so cosa sia, mi capita solo coi pleuroti. In effetti è vero, anche i funghi non velenosi sono comunque minimamente "tossici". Però sono troppo buoni! E come dici tu... una volta ogni tanto... slurp!

      Elimina
  4. Il nome mi ha strappato un sorriso e adoro i funghi, per cui... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cì, e facci sapere che ne pensi allora!! :*

      Elimina

La golosità aumenta ad ogni commento! :)