sabato 27 ottobre 2012

Crostata di erbe autunnali

©ricetteveg.com

Ansia da prestazione. Nella realtà dei fatti avrei dovuto intitolare così questo post, perché - di fatto - questa è una ricetta perfetta per la gestione di situazioni di panico quali, per esempio, la totale mancanza di idee per sfamare ospiti inattesi. Per la serie, pubblicità anni '80 in cui il figlio avvisava la madre all'ultimo che sarebbe arrivato per cena con un paio di compagni e lei, capelli cotonati e maglione con le maniche a sbuffo, prontamente estraeva dal congelatore uno "straordinario" cibo precotto. Qui, invece, mica si scherza, perciò altro che pacchettino dal freezer: giusto il tempo necessario all'impasto e questa torta si inforna che è un piacere. Perfetta per fare un figurone anche in tempo di scarsità d'idee!


[ingredienti per il ripieno]
1 kg tra Foglie di Radichiella di Terrasanta, Spinaci, Catalogna e Centocchio
200 gr di tofu
80 gr di farro integrale cotto molto al dente (perfetto anche riso integrale)
3 patate
1 spicchio di aglio
trito di semi oleosi a piacere e lievito alimentare in scaglie q.b.
semi di sesamo q.b.
noce moscata q.b.
sale e pepe q.b.
olio evo q.b.

[ingredienti per la pasta]
230 gr di farina integrale
15 g di lievito di birra
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

Anzitutto impastare la farina con gli altri ingredienti, lavorando sino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo, quindi lasciar lievitare in un luogo caldo ed asciutto finché l'impasto sia raddoppiato di volume.
Nel frattempo mondare, lavare con cura e saltare in padella - insieme ad uno spicchio di aglio ed un filo di olio evo - le foglie delle erbe autunnali, per il tempo necessario ad ammorbidirle.
Aggiustare di sale e pepe.
Ora lavare le patate, sbucciarle e tagliarle in sottilissime sfoglie utilizzando - per esempio - il pela-patate, quindi metterle in una ciotola coperte d’acqua affinché non anneriscano nell’attesa. Riservare.
A parte frullare il tofu ammorbidendolo di un poco con un goccio d’acqua ed un filo di olio, aromatizzare con una spolverata di noce moscata grattugiata al momento. Tenerne da conto un pezzo da tagliare in fettine sottili che serviranno a completare la copertura della torta.
Preparare il ripieno della torta mescolando assieme il tofu frullato, le erbe autunnali saltate in padella ed il farro già cotto. Aggiustare di sale e pepe.
Passata circa un'ora di lievitazione, stendere l’impasto in una sfoglia non troppo sottile e di almeno quattro dita più larga rispetto la teglia da usare, in questo modo si potrà risvoltare la pasta in copertura.
Rivestire con la sfoglia una tortiera di circa trenta centimetri di diametro, precedentemente oliata, e farcirla con il ripieno di tofu, farro ed erbe.
Spolverizzare con il trito di semi e lievito in scaglie, ricoprire con le patate in sfoglia ed infine decorare con le fettine di tofu posizionate a raggera.
Rigirare ora la sfoglia a coprire buona parte del ripieno, senza però sigillare tutta la torta.
Spennellare tutta la superficie con olio evo, spolverare con semi di sesamo ed infornare a 200°C per circa 20-25 minuti.

14 commenti:

  1. Buonissima e molto particolare!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Arianna! Provala e fammi sapere che ne pensi! :D

      Elimina
  2. ci credo che hai fatto un figurone!!! buonissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà il figurone lo hanno fatto le erbette autunnali, che il resto è solo una torta salata :)

      Elimina
  3. c'è proprio tutto tutto dentro!! wow!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto merito de "ù besagnin" di fiducia che prepara dei minestroni e dei misti di erbe stagionali da paura! Poi vien bene anche solo spinaci e cicoria, ma se si fa un misto allora viene alla grande :D

      Elimina
  4. Buonissima questa torta salata, a me piacciono molto, in effetti salvano da ansia da ospiti dell'ultimo momento e ti fanno sempre fare una bella figura! Mi piace come hai deciso di ricoprire il composto, con i diversi strati di semi, patate e tofu. ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ale, son felice che ti piaccia!!! Avevo voglia di un ripieno un po' diverso ecco :)

      Elimina
  5. W le torte salate! Qui a Zena sono una vera ancora di salvezza con gli ospiti inattesi, confermiamo anche noi ;-). Ottima idea quella di usare il farro per variare. La prossima volta proviamo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ragazzi, devo dire il vero... in quanto lericina le torte salate mi vengon bene, ma i Genovesi son maestri! Ora tocca a voi! :*

      Elimina
  6. Buonissima questa crostata! Ne vado golosissima anche se stavo proprio pensando in questi giorni che non le faccio quasi mai.. devo rimediare il prima possibile!
    La tua versione è proprio buona, e poi la vedo come un'ottima idea svuota frigo ;)
    Dimenticavo, qui una piccola sorpresina per te:
    http://latanadelriccio.wordpress.com/2012/10/29/succo-alla-pera-e-un-po-di-premi/#comment-1538

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sìsì brava è uno svuota frigo davvero utile! Per chi ha moltissima verdura sempre a disposizione (vedi noi che andiamo avanti a 10kg ogni 4-5 gg!) le crostate sono un'arma mica male: appena un verdurina è sofferente, tu zac le dai sollievo e la elevi a miglior vita! :D
      Grazie per il premio ora me lo leggo!!! bacissimissimi!!! :*

      Elimina
  7. Certo che se quando non sai che fare e hai l'ansia da prestazione sforni questi piatti, che per altro adoro preparare, pensa cosa riesci a creare da rilassata... Ah già, quello lo vedo "tutti i giorni" ed uno stupore continuo ^_^
    Bellissima, rustica, buona e tanto tanto gustosa!!! Un morso lo voglio :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mavalà amica, smettila che qui se c'è una che fa i fuochi d'artificio sei tu! :D infatti ora ho deciso che mi metto a scopiazzarti di brutto :*

      Elimina

La golosità aumenta ad ogni commento! :)