martedì 19 giugno 2012

Torta di miglio

©ricetteveg.com

Pasta madre alla mano, ecco una torta salata con una pasta lievitata che tradizionalmente verrebbe da usare per pizza e focacce... ed invece no, questa volta ci facciamo una bella torta farcita!

Ingredienti

100gr di pasta madre rinfrescata
350gr di farina integrale
5-6 cucchiai di miglio decorticato
2 zucchine dell'orto
1 melanzana dell'orto
1 grappolo di pomodorini dell'orto
1 spicchio di aglio
1 cipolla rossa
1 cucchiaio di malto 
1 pezzo di zenzero1 presa di sesamo tostato
1 goccio di vino bianco per sfumare le verdure
buccia di limone q.b.  
origano fresco q.b.
sale e pepe q.b.
olio evo q.b.

Anzitutto impastare con cura la pasta madre con la farina, dopo averla leggermente ammorbidita con acqua e rinforzata con un cucchiaio di malto ben disciolto. Aggiustare la consistenza dell'impasto con un poco di acqua ed un paio di cucchiai di olio, aggiustarne la sapidità ed aromatizzarlo con abbondante origano. Lavorare con cura il tutto sino ad ottenere un impasto omogeno e liscio, quindi lasciar lievitare per almeno quattro ore.
Nel frattempo lavare, nettare e tagliare a piccoli tocchetti tutte le verdure. Preparare un fondo con un trito sottile ed abbondante di aglio e cipolla da far imbiondire, quindi aggiungervi le verdure a cubetti e saltare a fuoco molto vivace. Quando il ripeno avrà preso bene calore, e starà già ammorbidendo, sfumare a fiamma viva con un goccio di vino, lasciar evaporare la parte alcolica quindi unire nel tegame anche il miglio precedentemente risciacquato sotto acqua corrente. Aromatizzare con buccia di limone e zenzero fresco grattuggiati, aggiustare di sale e pepe, e lasciar cuocere per una decina di minuti. Spegnere il fuoco, riservare lasciando raffreddare.
Intanto, una volta trascorso il tempo di attesa per la lievitazione dell'impato, tirare la pasta in una sfoglia non troppo sottile, proprio per non perdere la sofficità della lievitazione e per ottenere la sensazione più di una pasta-pizza ripiena che di una sfoglia leggera.
Rivestire una tortiera con carta-forno, adagiarvi la sfoglia di pasta in modo che ne sbordi tanta quanta ne servirà a richiudere quasi del tutto la torta una volta farcita. Quindi riempire l'interno della pasta con il ripieno ormai freddato, richiudere con i lembi di pasta la parte superiore della torta lasciando libero - a decorazione - un piccolo spazio circolare al centro, in cui sistemare qualche spicchio di pomodorino fresco.
Guarnire la parte speriore della torta con sesamo tostato ed un pizzico di sale integrale in fiocchi, spennellare con un misto olio-acqua la superficie della pasta, quindi infornare a 200° per circa 40minuti.
Servire tiepida o fredda, accompagnata da insalata freschissima condita con una vinagrette fatta al momento.

14 commenti:

  1. Davvero splendida... Croccante fuori ma morbida dentro... Un incontro di sapori unici, visto che sono prodotti dell'orto, una vera delizia per la pancia ^^
    Mi piace davvero moltissimo, quando mi deciderò a rifare o riprovare a fare la pm?! ^_^
    Quante soddisfazioni dona e quante belle cose ci si possono preparare con un risultato più eccellente del semplice lievito secco ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cami, tesoro, hai centrato in pieno l'idea che ho di questa torta :*

      Elimina
    2. ^_^ mi piace tantissimo anche la forma che hai dato e che ho visto ora nel post di Chicca! Questa torta è una pura tentazione! ^^

      Elimina
    3. Amica, rifalla e fammi sapere se ti piace, dai! :*

      Elimina
  2. ma dai, una torta salata con il miglio? che bella idea!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì!!! tutto nasce dalla tradizionale torta di bietole dove in liguria si mette anche il riso... così ho pensato "perché riso sì e miglio no?", ed ho provato :)

      Elimina
  3. Stupendissimissimaaaa!!!!!!!
    Adesso la mangerei bella fredda :)
    Ma anche tiepida...
    Va beh!
    Se l hai appena sfornata la mangio lo stesso anche con questo caldo :)))))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ihihih Luby, ce la siamo spazzolata alla grande :)

      Elimina
  4. Ecco! avevo visto la foto, e come un messaggio subliminale stamattina ho cotto 150 g di grano saraceno con l'idea di farci un'insalata e se avanza il ripieno di una torta salata ... Nicu sei grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neadirbella, anche io adoro il grano saraceno per il ripieno delle torte! Daidai deliziaci con una super golosità! :*

      Elimina
  5. Come ho fatto a non assaggiarla non lo sò :-) Era davvero bellissima :-) Ma quando mi impegno seriamente per star bene ce la metto tutta anche se poi ho scarrato con la tua dolce torta e il pluncake di Marilisi di cui stò aspettando la ricetta :-) Ciao belè

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiccalove, hai fatto bene a non assaggiarla... non era buona per niente :P ihih scherzi a parte, meglio pulirsi bene per capire quali sono gli alimenti che davvero ci infastidiscono, perciò brava! Io, miracolo, riesco a rimangiare il pomodoro senza che il grappolo arrivi di botto! Mentre glutine... di nuovo out :D Viva il grano saraceno! baci :*

      Elimina
  6. Ciao Nicu! Questa provo a farla anch'io!

    RispondiElimina
  7. Ella, che emozione leggerti di nuovo!!! Un sorriso grandissimo tutto per te!!! :D

    RispondiElimina

La golosità aumenta ad ogni commento! :)